Banche saranno controllate da Bankitalia

banche saranno controllate

Le banche saranno controllate da Bankitalia

Le banche saranno controllate con nuovi requisiti tecnici e commerciali per i bonifici e gli addebiti diretti in euro entrano in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legislativo 135/2015, che vedono l’inserimento dell’IBAN, il conferma garantita dal correntista in caso di addebito diretto, la possibilità per il pagatore di limitare sia la periodicità che l’importo dell’addebito che subisce e, in caso di addebito sbagliato, avrà diritto alla restituzione del denaro.

Bankitalia supervisionerà tutti i prestatori di servizi di pagamento, vale a dire le banche, anche la Banca Centrale Europea, le banche centrali comunitarie, le Poste, lo Stato italiano e gli altri Paesi comunitari, le Pubbliche Amministrazioni statali, regionali e locali, tutti gli istituti di moneta elettronica e istituti di pagamento.

In relazione alle nuove normative riguardanti i bonifici internazionali all’interno dell’area europea l’articolo 3 del regolamento 924/2009/UE stabilisce che: le commissioni applicate da un prestatore di servizio a un utilizzatore sui pagamenti frontalieri ( fino ad un massimo di 50 mila euro), devono coincidere a quelle che si applicano per i pagamenti nazionali.

A contribuire alle sanzioni per inosservanza delle regole sulla commissione interbancaria  sopra citata, sono previste multe da 10 mila a 100 mila euro per il mancato rispetto delle misure finalizzate ad agevolare l’automazione dei pagamenti.

Come detto prima sarà Bankitalia ad osservare e stimare se sussistono le condizioni per applicare le sanzioni sulla base della gravità delle violazioni, le potenziali conseguenze sistemiche della violazione, della durata, del vantaggio ottenuto e infine la possibilità finanziaria del violatore.

Cogliamo l’occasione per dire che le banche sono proprietarie di Bankitalia spa, che ha la competenza e responsabilità di sanzionare gli atti sbagliati di queste, sperando che questa forma di “parentela” non vada ad intaccare nei giudizi finali dei supervisori.

www.risarcimentomutui.it  – www.deciba.it –

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *