Dirigenti di banca davanti ai Giudici

Ancora dirigenti di banca davanti ai Giudici

dirigenti

L’ennesima udienza davanti al gip Luca Tringali in materia di tassi usurai sui mutui, e il fatto non ci sorprende affatto come non sorprenderà  i nostri  lettori. L’accusa è contro tre ex dirigenti della Banca di credito cooperativo  Agro Bresciano di Ghedi, avrebbero applicato tassi superiori rispetto a quanto sottoscritto nel contratto di mutuo fondiario concesso nel 2009 ad un imprenditore agricolo.

La banca avrebbe applicato all’operazione contrattuale interessi pari al 4% e un tasso effettivo globale, comprensivo di spese ed oneri accessori al finanziamento, del 4,28 %, «percentuali superiori alla soglia prevista dalle leggi in vigore nel periodo compreso fra il 2010 e il 2011».

Il terzo funzionario è indagato per non avere visionato e controllato il fatto che la banca avesse erogato proprio con il suo consenso mutui e prestiti con tassi fuori legge, con l’aggravante di avere agito per il profitto dell’attività bancaria  e a danno dell’attività imprenditoriale;  ad oggi,  i tre imputati non ricoprono nessun ruolo nell’ organigramma della BCC nell’Agro Bresciano.

Vi lasciamo con un commento espresso in un intervista al Segretario Nazionale dell’associazione DECIBA, che da anni lotta  contro le banche che commettono  illeciti  – “gli illeciti sono talmente frequenti che non riusciamo a rispondere velocemente a tutte le richieste di controllo su mutui, finanziamenti  e conti correnti che ci arrivano dalle aziende e dalle famiglie; dopo il controllo e la valutazione delle anomalie presenti  nei contratti, anche le richieste di “adire le vie legali” sono tantissime, abbiamo persino la sensazione che  potrebbe diventare “di moda”  fare causa alle banche che non rispettano la legge .

www.risarcimentomutui.it – www.deciba.it – www.movimentorevolution.it – www.rimborsobancario.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *